MERCATI: TORINO STUDIA IL MODELLO BARCELLONA

apgo rit 600Barcellona movimenta in un anno più ortofrutta di mercati più grandi come Parigi Rungis, Londra New Covent Garden e Madrid, grazie alla sua organizzazione polivalente e all’efficienza dei suoi servizi. Sono un milione 800 mila le tonnellate di ortofrutta commercializzate nel Mercabarna negli ultimi dodici mesi, di cui almeno il 35% – 650 mila tonnellate circa – destinate ai mercati esteri.
Lo ha detto il direttore generale del Mercabarna Josep Tejedo ricevendo la delegazione di APGO Torino (l’Associazione Piemontese dei Grossisti di Ortofrutta)  guidata dal presidente Ottavio Guala nel corso della missione in Catalogna organizzata da Omnibus. Alla missione ha preso parte anche l’assessore al Commercio e al Lavoro del Comune di Torino Domenico Mangone.
Tra i fattori di successo del Mercabarna l’orario diurno, che ha permesso alle 170 aziende grossiste operanti al suo interno di intercettare nuovi clienti, di dialogare in tempo reale con i buyers della media e grande distribuzione senza perdere i clienti tradizionali. Questo aspetto è stato l’elemento di maggiore interesse per la delegazione torinese, l’origine stessa della missione, perché al CAAT, Centro agroalimentare di Torino, si sta ragionando sul trasferimento delle attività di mercato dalla notte al giorno, in tempi e modi che sono ancora tutti da stabilire, dopo l’intesa sul lavoro raggiunta con gli addetti alla movimentazione.

« INDIETRO